Clamidia (Chlamydia Trachomatis)

La clamidia è una delle MST più frequentemente diagnosticate in Europa. A partire dai primi anni ’90 si è verificato un forte aumento di casi di clamidia. Questa malattia è più spesso diagnosticata in soggetti femminili di giovane età e sessualmente attivi. Statisticamente, il maggior numero di infezioni avviene tra i 20 e i 30 anni di età. La clamidia è un’infezione della quale la vittima può rimanere ignaro a lungo, poiché il 75% non avverte nessun sintomo.
La clamidia è particolarmente pericolosa in caso di gravidanza, per cui è molto importante sottoporsi a degli esami specifici. La clamidia è pericolosa per le donne in stato di gravidanza per diverse ragioni, in particolare per il rischio che l’infezione venga trasmessa al bambino. Questo rischio è intorno all’80%, soprattutto in caso di infezione alla cervice e di parto naturale. Tuttavia sono documentati anche casi di infezione trasmessa a bambini nati con parto cesareo.

I bambini affetti da clamidia soffrono solitamente di infiammazione agli occhi, alle congiuntive e ai polmoni.

Per quanto il rischio di infezione da chlamidya possa essere alto, la medicina moderna offre a tutti un efficace trattamento antibiotico. Gli antibiotici specifici per il trattamento della clamidia sono disponibili sul nostro sito.

Azitromicina
L’azitromicina è un antibiotico molto efficace utilizzato nel trattamento di clamidia, gonorrea, certi casi di infezione del tratto urinario, ureaplasma urealyticum e mycoplasma genitalium. L’azitromicina contiene ingredienti che possono eliminare completamente un’infezione anche in meno di tre giorni.

Doxiciclina
La doxiciclina è un antibiotico ad ampio spettro, prescritto per diversi tipi di infezioni come la clamidia, l’ureaplasma urealyticum e le infiammazioni dell’uretra. La doxiciclina è solitamente raccomandata in dosi più basse rispetto ad altri antibiotici ad azione simile. Questo contribuisce al fatto che essa è tollerata da pazienti che hanno difficoltà con altri medicinali più forti utilizzati per il trattamento delle stesse condizioni. L’antibiotico dà un trattamento facile e veloce con una minima probabilità di effetti collaterali.

Da cosa è provocata la clamidia?

Il fattore epidemiologicamente e clinicamente più importante nello sviluppo dell’infezione è la presenza di un batterio di tipo clamidia, trasmesso prevalentemente attraverso rapporti sessuali, sia vaginali che anali, senza preservativo, oltre al sesso orale o anche al semplice contatto con gli organi sessuali del partner.
Gran parte dei pazienti infetti non avvertono nessun sintomo, e ciò può portare a infettare involontariamente altri partner. E’ importante capire però che non si contrae la clamidia utilizzando lo stesso bagno, sauna o piscina di pazienti infetti. La clamidia può essere al neonato dalla madre al momento della nascita. Gli effetti dell’infezione non sono immediatamente visibili ma il progresso dell’infezione può farsi sentire dopo circa due settimane, provocando gravi complicazioni come una polmonite.

Quali sono i sintomi della clamidia?

Purtroppo la malattia provocata dal batterio di tipo clamidia progredisce spesso senza alcun sintomo avvertibile dal paziente. E’ importante perciò adottare le tipiche precauzioni, come il preservativo. Nel caso si avessero rapporti non protetti è importante sottoposti a test per rilevare la presenza di batteri nell’organismo.
Naturalmente non tutti i casi di infezione sono asintomatici, perciò di seguito potete trovare una lista dei sintomi più tipici della malattia.

Sintomi della clamidia nelle donne:

  • emorragia dopo un rapporto sessuale o tra i cicli mestruali
  • dolore al basso ventre o sensazione di bruciore durante l’urinazione
  • secrezioni vaginali di cattivo odore

Sintomi della clamidia per gli uomini:

  • secrezioni del pene di cattivo odore
  • sensazione di bruciore durante l’urinazione
  • dolore e infiammazione dei testicoli.

I sintomi elencati possono avere anche altre cause, per cui è importante sottoporsi a test per rilevare la presenza di eventuali MST.

Quali sono le conseguenze della clamidia se non trattato?

Qualunque malattia non trattata può portare a conseguenze serie. Nel caso della clamidia, però, le conseguenze possono essere davvero gravi. Tra le complicazioni più serie della clamidia, ricordiamo:

  • nelle donne: infiammazioni agli organi del bacino inferiore. Nel 5% delle donne, questa condizione può provocare danni al fegato
  • dolore nell’area del bacino, che può indicare un ostruzione all’ ovario e può quindi provocare infertilità
  • negli uomini: la malattia si può trasformare in artrite reumatoide o artrite reattiva (o sindrome di Reiter)
  • gonfiore dei testicoli

Le infezioni da clamidia non vanno sottovalutate perché la malattia può portare a complicazioni serie e difficili da trattare.

Quali sono i medicinali efficaci usati per il trattamento della clamidia?

Nonostante l’alto numero di infezioni, la clamidia è relativamente facile da eliminare dall’organismo, utilizzando degli antibiotici specifici. I medicinali disponibili sul nostro sito offrono un trattamento efficace che può essere condotto in due modi:

Trattamento di clamidia del pene o della vagina
Per curare questa condizione si raccomanda un trattamento di 5 giorni di azitromocina da 500 mg. In questo caso il paziente dovrebbe assumere una dose di 500mg il primo giorno e poi ridurre la dose a 250mg per i 4 giorni rimanenti.

Trattamento della clamidia anale
Il trattamento consiste nell’assunzione di un dose di doxiciclina da 100 mg per una settimana.

Trattamento della clamidia del pene/della vagina e della clamidia anale.
Se c’è probabilità di infezioni di entrambi i tipi, il pazienta dovrà assumere entrambi i medicinale contemporaneamente, con una terapia complessa.
Attenzione: anche al dimunuire dei sintomi è sempre necessario assumere la dose completa raccomandata.

E' possibile acquistare medicinali per la clamidia in rete?

Gli antibiotici utilizzati nel trattamento della clamidia – la doxiciclina e l’azitromicina, possono essere acquistati su internet attraverso il nostro sito. La procedura di ordinazione è semplice e assolutamente discreta. Tuttavia ci aspettiamo dal nostro futuro cliente che il questionario di consultazione medico sia compilato con la massima onestà, poiché sarà questa la base per la prescrizione del medico. I medicinali dovrebbero essere consegnati alla destinazione specificata entro 24-48 ore.